Ask.fm: social network che assicura l’anonimato

Il social network Ask.fm ha dato la possibilità  ai ragazzi bolognesi di organizzare una maxi rissa ai giardini Margherita.
E dunque adesso il social network Ask ha guadagnato popolarità, anche perchè garantisce l’anonimato. Sociologi, psicologi, filosofi ne hanno parlato tanto.

Il social network è nato nel 2010 in Lettonia. L’idea è stata di Klaves Sinka, molto efficace. E’  stata  creata una piattaforma digitale all’interno della quale gli adolescenti possano comunicare attraverso la classica formula del “botta e risposta”.  Questo social ha ottenuto molto consenso tra i ragazzi dai 13 ai diciotto anni.

Ci sono più di 60 milioni di utenti iscritti, di cui 1.4 milioni in Italia. Ask.fm si contraddisingue per il fatto che le domande sono postate sulla bacheca degli altri utenti  in forma totalmente anonima. Questa è la caratteristica  criticata, per i casi di cyberbullismo.

Il problema è a chi tocca educare i ragazzi? Alcuni dicono che tocchi solo ai genitori, altri che agevolare l’anonimato sia dannoso. A voi il giudizio.

Related Posts

Add Comment

erasmus plus
Giovani, a Norcia i primi volontari del Corpo Europeo di Solidarietà
erasmus plus
ERASMUS Plus: da oggi disponibile il social network dell’agenzia nazionale per i giovani
ricerche fai da te
Quattro adolescenti su cinque in Italia cercano diagnosi fai da te su internet
Maturità
Figli Biologicamente Egoisti, la loro corteccia prefrontale non è ancora attiva
tema scolastico
Come impostare un tema scolastico
metodo di studio
L’importanza di avere un metodo di studio
riassunto scolastico
La tecnica per fare un riassunto scolastico
pagelle per dirigenti
Scuola: in arrivo le pagelle per dirigenti scolastici