Come intraprendere la carriera di cartomante?

intraprendere la carriera di cartomante

La cartomanzia è l’arte di interpretare le carte secondo particolari tecniche divinatorie. La sua corretta esecuzione richiede conoscenza della personalità umana, esperienza e determinate doti psichiche e psicologiche. Per questo, la strada per iniziare a praticare la cartomanzia professionale è lunga e impegnativa.

In primo luogo, è necessaria un’approfondita conoscenza di tutti i diversi tipi di mazzi di tarocchi, da quelli napoletani, a quelli egiziani, alle sibille e così via: non soltanto perché i simboli in essi contenuti variano e una loro interpretazione errata può falsare il responso, ma anche perché esistono metodi di lettura adatti a ciascun mazzo.

In secondo luogo, occorre avere un’elevata dose di empatia, cioè la capacità di comprendere l’animo umano e di entrare nei suoi meccanismi in modo tale da averne una conoscenza il più profonda possibile: solo così il cartomante sarà in grado di leggerne il percorso di vita, metterlo in relazione ai simboli delle carte ed elaborare una risposta completa e veritiera.

Oltre alle conoscenze teoriche, poi, è indispensabile affinare le doti psicologiche e di comunicazione per convincere il cliente a fornire il maggior numero di informazioni possibile circa il proprio vissuto e la situazione da risolvere o chiarire, ad esempio tramite domande mirate che consentono di indirizzare il cliente stesso a una riflessione sulla propria situazione. L’ideale sarebbe frequentare un corso di laurea in psicologia e, una volta conseguita una laurea, pensare di intraprendere l’attività.

Una volta appresi tutti i segreti della cartomanzia ed acquisita un’esperienza pratica sufficiente, ad esempio tramite consulenze private a familiari o amici, è giunto il momento di metterla a frutto e avviare finalmente l’attività. Naturalmente, come per tutte le attività professionali, ci sono dei passi ben precisi da seguire anche a livello fiscale e burocratico.

Per avviare un’attività in proprio come cartomante occorre aprire la partita IVA, recandosi presso il proprio commercialista o direttamente all’Agenzia delle Entrate entro 30 giorni dall’inizio dell’attività. Una volta ottenuta la partita IVA, occorre regolare la posizione anche presso l’INPS.

Occorre poi pensare anche al metodo di pagamento utilizzato. Per quanto riguarda i consulti telefonici, di solito si utilizzano le ormai note numerazioni 899, che comportano per l’utente un costo maggiorato in quanto i guadagni vengono suddivisi fra tutti i soggetti che prendono parte al trasferimento della chiamata. Poiché oggi tali numerazioni vengono disabilitate nella maggior parte dei casi per quanto riguarda i telefoni fissi, un’alternativa è offrire la possibilità di pagare con carta di credito, digitando gli estremi sulla tastiera. Nel caso di uno studio fisico è anche possibile pagare in contanti. Un’attività online, infine, consente di pagare anche con PayPal.

Infine, sarà necessario scegliere se esercitare la cartomanzia online, per telefono o in uno studio fisico: tale scelta si ripercuoterà sui costi di gestione e, ovviamente, sulle tariffe. Ultimi due aspetti fondamentali sono l’aggiornamento continuo, senza il quale non è possibile né consigliabile esercitare alcuna professione, e l’acquisizione di clienti attraverso un’adeguata promozione tramite i principali canali pubblicitari.

Recommended For You

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

erasmus plus
Giovani, a Norcia i primi volontari del Corpo Europeo di Solidarietà
erasmus plus
ERASMUS Plus: da oggi disponibile il social network dell’agenzia nazionale per i giovani
ricerche fai da te
Quattro adolescenti su cinque in Italia cercano diagnosi fai da te su internet
Maturità
Figli Biologicamente Egoisti, la loro corteccia prefrontale non è ancora attiva
tema scolastico
Come impostare un tema scolastico
metodo di studio
L’importanza di avere un metodo di studio
riassunto scolastico
La tecnica per fare un riassunto scolastico
pagelle per dirigenti
Scuola: in arrivo le pagelle per dirigenti scolastici