Fumo a scuola: quando scatta la sanzione

E’ arrivato lo stop al fumo nelle scuole. E dopo lo stop arrivano le sanzioni. Infatti a Firenze arriva anche la prima multa. Si tratta di una studentessa di Firenze che è stata sorpresa a fumare nel cortire del liceo Michelangelo.
La sanzione ammonta a 55 euro, somma richiesta per non aver rispettato il divieto di fumo a scuola.
Questo è il risultato del disegno di legge reso esecutivo dal Ministro Carrozza. Il Ministro della Salute ha dichiarato:

Con il ministro Carrozza abbiamo concordato una serie di misure sulla lotta al tabagismo che anticipano quanto previsto nel ddl che abbiamo presentato prima dell’estate inserendole in questo decreto legge. Abbiamo anticipato nel provvedimento sia il divieto di fumo in tutti il luoghi pertinenti le scuole, sia le misure di divieto riguardanti la sigarette elettroniche. Ci sembrava corretto rendere operative queste norme prima dell’ inizio dell’anno scolastico. I proventi di queste sanzioni verranno reinvestiti nella prevenzione quindi nella lotta al tabagismo”.

Il divieto di fumo a scuola è stato esteso anche alle aree all’aperto, come i cortili. E’ vietata anche la sigaretta elettronica nei locali chiusi delle scuole.

Related Posts

Add Comment

erasmus plus
Giovani, a Norcia i primi volontari del Corpo Europeo di Solidarietà
erasmus plus
ERASMUS Plus: da oggi disponibile il social network dell’agenzia nazionale per i giovani
ricerche fai da te
Quattro adolescenti su cinque in Italia cercano diagnosi fai da te su internet
Maturità
Figli Biologicamente Egoisti, la loro corteccia prefrontale non è ancora attiva
tema scolastico
Come impostare un tema scolastico
metodo di studio
L’importanza di avere un metodo di studio
riassunto scolastico
La tecnica per fare un riassunto scolastico
pagelle per dirigenti
Scuola: in arrivo le pagelle per dirigenti scolastici