La scuola italiana non piace? C’è di peggio.

La scuola italiana ha certamente i suoi problemi, ma siamo in buona compagnia: brutte le notizie che arrivano dall’America. Storie di discriminazione, di studenti che subiscono violenze e bullismo, di ragazzi cacciati dalla scuola per questioni burocratiche, legate al fatto che sono troppo poveri per permettersi una casa. Storie che ci fanno tirare un mezzo sospiro di sollievo ma che ci spingono ad interrogarci: cose del genere succedono anche in Italia senza che nessuno lo sappia?

La prima è la vicenda di due studenti nello stato della Pennsylvania, buttati fuori da scuola perché vivono da qualche tempo, da quando hanno perso la casa, in una roulotte al di fuori del distretto scolastico. Siccome la scuola americana è organizzata su base territoriale, non ci si può iscrivere liberamente ad una scuola di un altro distretto; i due ragazzi ormai risiedono al di fuori di esso,  e così sono stati espulsi perché, di fatto, troppo poveri per permettersi una casa nelle vicinanze della scuola. Pare però che la decisione della scuola sia contraria alla legge, e così la famiglia ora ha fatto causa e porterà il distretto scolastico in tribunale. Ma non è finita: una studentessa lesbica ha raccontato di essere stata costantemente insultata, discriminata e bullizzata non dagli studenti, il che sarebbe già grave, ma dai professori e dal preside. Anche lei ha fatto causa alla sua scuola.

scuola italiana

Related Posts

Add Comment

erasmus plus
Giovani, a Norcia i primi volontari del Corpo Europeo di Solidarietà
erasmus plus
ERASMUS Plus: da oggi disponibile il social network dell’agenzia nazionale per i giovani
ricerche fai da te
Quattro adolescenti su cinque in Italia cercano diagnosi fai da te su internet
Maturità
Figli Biologicamente Egoisti, la loro corteccia prefrontale non è ancora attiva
tema scolastico
Come impostare un tema scolastico
metodo di studio
L’importanza di avere un metodo di studio
riassunto scolastico
La tecnica per fare un riassunto scolastico
pagelle per dirigenti
Scuola: in arrivo le pagelle per dirigenti scolastici