Registro digitale o cartaceo?

registro-digitale

In alcune scuole si sta sperimentando l’ innovazione del registro digitale , ma alcuni docenti non sono in possesso della firma digitale e poichè le connessioni internet di tante scuole non riescono a sopportare una mole di utenti elevata, così si è fatto retromarcia.

Ci sarà così  il tradizione registro di classe cartaceo, prorogato di un anno. Ci saranno così scuole sprovviste del registro online e con il tradizionale registro cartaceo, anche per la tipologia di connessione.

La rivoluzione voluta dall’ex ministro Francesco Profumo per gestire meglio l’uso della carta a scuola, viene rimandato. “Sono costretto a mantenere il registro cartaceo – spiega un dirigente scolastico che preferisce rimanere anonimo – perché il ministero non riconosce agli insegnanti il rimborso della spesa per dotarsi della firma digitale. Non posso certo pretendere che se la paghino di tasca propria”.

Alcuni istituti hanno cominciato a sperimentare il registro elettronico, anche se diventerà obbligatorio il prossimo anno scolastico.

 

Recommended For You

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

erasmus plus
Giovani, a Norcia i primi volontari del Corpo Europeo di Solidarietà
erasmus plus
ERASMUS Plus: da oggi disponibile il social network dell’agenzia nazionale per i giovani
ricerche fai da te
Quattro adolescenti su cinque in Italia cercano diagnosi fai da te su internet
Maturità
Figli Biologicamente Egoisti, la loro corteccia prefrontale non è ancora attiva
tema scolastico
Come impostare un tema scolastico
metodo di studio
L’importanza di avere un metodo di studio
riassunto scolastico
La tecnica per fare un riassunto scolastico
pagelle per dirigenti
Scuola: in arrivo le pagelle per dirigenti scolastici