Scuola: i professori precari e pagati in ritardo

Ogni anno scolastico gli insegnanti che hanno ricevuto gli incaricati annuali, cioè dal mese di settembre fino alla fine delle attività scolastiche, sono a conoscenza del fatto che  il primo stipendio arriverà verso Natale.

Il numero di docenti incaricati è circa il 50% del totale.
Ci sono tante imprese  in credito con l’amministrazione pubblica, e che sono costrette a fallimento perchè non guadagnano.
Anche gli insegnanti precari, dopo aver lavorato dovrebbero ricevere il proprio compenso.

Sembra che questa realtà sia sempre nascosta. Oggi si parla dei nuovi corsi di specializzazione, TFA e Pas ed infine TFA per il sostegno. Nuove pubblicazioni di bandi a cui corrisponderanno dei corsi di specializzazione, realizzati nelle varie facoltà, ovviamente a pagamento.

Gli insegnanti, anche quelli già in possesso di una abilitazione, potrebbero scegliere di frequentare un corso abilitante, proprio per specializzarsi maggiormente.

Lo scopo finale è raggiungere il ruolo e superare la precarietà che ormai accompagna da anni la vita degli insegnanti.

Recommended For You

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

erasmus plus
Giovani, a Norcia i primi volontari del Corpo Europeo di Solidarietà
erasmus plus
ERASMUS Plus: da oggi disponibile il social network dell’agenzia nazionale per i giovani
ricerche fai da te
Quattro adolescenti su cinque in Italia cercano diagnosi fai da te su internet
Maturità
Figli Biologicamente Egoisti, la loro corteccia prefrontale non è ancora attiva
tema scolastico
Come impostare un tema scolastico
metodo di studio
L’importanza di avere un metodo di studio
riassunto scolastico
La tecnica per fare un riassunto scolastico
pagelle per dirigenti
Scuola: in arrivo le pagelle per dirigenti scolastici